• Home
  • Interview
  • GemCloud Rivoluziona il Mondo delle Pietre di Colore

GemCloud Rivoluziona il Mondo delle Pietre di Colore

Le tecnologie di GemCloud, nella filiera delle pietre di colore, grazie a un evoluto software di business management, riducono i costi, eliminano inefficienze e permettono agli stakeholders di raggiungere clienti worldwide.


Come nasce il progetto GemCloud?
 GemCloud è un progetto unico e rivoluzionario che nasce dalla expertise dei suoi fondatori. Dall’esperienza nel lusso, nel business management per Gemfields e Fabergé, alle tecnologie, al mining e alla creazione di un sistema di gradazione dei rubini grezzi universalmente riconosciuto nel mercato, allo sviluppo di un software all’avanguardia nella produzione di gioielleria. L’idea iniziale è nata dalla nostra stessa esigenza di avere un sistema più avanzato e facilmente fruibile di gestione dello stock. Abbiamo quindi deciso di crearne uno che potesse anche incorporare delle funzioni come le quotazioni interattive che possono essere condivise con i clienti internazionali solo attraverso un click. La realtà nel mondo delle pietre di colore è un po’ più frammentata e per questo ha ricevuto meno attenzione del diamante. Le pietre di colore, a differenza del mercato dei diamanti che è in mano a quattro grandi società e ha una filiera molto semplificata, dipende da centinaia di realtà minerarie sparse nel mondo. Manca un linguaggio comune perché ognuno ha il suo modo di descrivere lo stock. C'è inoltre incertezza nel 'viaggio' della pietra, con conseguenti difficoltà di trasparenza anche nella definizione di tutte le dinamiche.  Le transazioni generate dalle attività di business nel mercato delle pietre di colore, avvengono per stretta di mano. Volevamo trovare un modo che la sostituisse. Il lancio del nostro progetto ha voluto rispondere a quelle esigenze ma anche al cambio radicale del business dopo la chiusura dei mesi scorsi.

In che modo si diventa pionieri di innovazione in un mercato come questo delle pietre di colore?
 Innanzitutto va detto che pensare che il digitale inizi dall'attivazione di un e-commerce è un po' come partire dalla fine della filiera. Il digitale funziona solo se viene inserito su tutta la catena di valore di un'industria, altrimenti se mancano gli ingranaggi si rimane in superficie. In questo, GemCloud e’ stato pioniere con un software creato su tecnologia moderna, user friendly e intuitivo che inoltre permette di gestire la pietra dal suo stato grezzo in miniera fino alla sua immissione sul mercato, favorendone la tracciabilità.

Come funziona il software GemCloud?
GemCloud Group ha un sistema di gestione dello stock che il venditore di pietre può organizzare anche da remoto. Grazie al barcode system, lo stock viene caricato sul database dei gem dealer e ogni pietra riceve una propria unica identità digitale. 
Ogni operazione che solitamente richiede ore e ore di lavoro puo’ essere eseguita in pochi click e automatizzata, come per esempio lo stock take, import export, la fatturazione e i solleciti di pagamento automatici. Alcune delle funzioni chiave supportano il dealer nella gestione della parte amministrativa del business, a ridurre gli errori, a creare quotazioni istantanee.

Siete partiti da circa due mesi. Avete già avuto feedback dal mercato?
Sì e anche molto incoraggianti. La tecnologia può eliminare la maggior parte delle inefficienze del settore, riducendo i costi operativi e consentendo a coloro interessati di raggiungere i clienti a livello globale. Inoltre stiamo creando una comunità di trader, per aiutarli ad affrontare questo difficile momento globale, scrivendo una nuova normalità. In un momento come questo caratterizzato dall'assenza di voli, di fiere e di strette di mano, GemCloud è la soluzione più sicura per consentire sia la gestione di attività delle pietre preziose con un'efficienza pionieristica grazie al suo ERP, ma anche di essere collegati ai principali e-tailer e ai mercati senza alcuno sforzo. GemCloud è un sistema di gestione dello stock delle pietre con il quale si può vendere anche mentre si dorme.

Share this article:

Correlati

Iscriviti alla nostra Newsletter

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora

×